La Val Tartano ha il suo PONTE nel CIELO
La Val Tartano ha il suo PONTE nel CIELO

E’ il più alto d’Europa il Ponte nel Cielo della Val Tartano: 234 metri di lunghezza sospesi a 140 metri sull’omonimo torrente e collega Campo (1035 di quota) a Frasnino (a quota 1039). E’ quasi ultimato, ne da notizia il presidente della Comunità Montana di Morbegno, Christian Borromini, attraverso suggestive immagini. Un ponte che ha diversi significati, dal rilancio turistico della zona alla fondamentale e importantissima tutela del territorio. La passerella sta per essere aperta, il Parco delle Orobie Valtellinesi sarà ancora più prezioso.


Data: 03/09/2018
 
04/10/2018, 09:48
INFO

Grande successo di pubblico per il Ponte nel Cielo tanto che il presidente del Consorzio Pustarèsc ha dovuto decidere per il numero chiuso nei weekend. Tartano è un piccolo centro abitato da 208 persone, con parcheggi limitati quindi per gestire l’afflusso turistico occorre mettere dei paletti, anche per rispetto nei confronti degli abitanti e dell’ambiente.

Nei giorni feriali non cambia nulla, il Ponte è visitabile dalle 9.30 alle 16.30 (al sabato fino al tramonto) e i biglietti, del costo di 5 euro (gratis per i bambini e per i ragazzi fino alle scuole medie), sono acquistabili in loco, alla biglietteria che si trova alla partenza, mentre per i fine settimana il discorso cambia: i biglietti occorre acquistarli online sul sito dedicato, e i posti sono limitati. 

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

24/09/2018, 08:57
Eccolo in tutta la sua maestosità!

(Foto Cristina Giudici)



cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

19/09/2018, 10:09
Inaugurazione

E’ soddisfatto Renato Bertolini, presidente del ’Consorzio Püstarèsc’, che ha fortemente voluto l’opera: non si aspettava tanta attenzione per il ’ponte del cielo’ e ora il timore è che in troppi vorranno partecipare all’inaugurazione, in programma sabato prossimo, 22 settembre, perché Campo Tartano è un piccolo centro abitato, l’invito è quindi quello di visionare il ponte nei giorni successivi.

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009