Mondiali e Olimpiadi: BORMIO al Top
Mondiali e Olimpiadi: BORMIO al Top

E’ a Bormio la pista da sci più bella del mondo, la Pista Stelvio, parola dell’assessore alla Montagna di Regione Lombardia Massimo Sertori. La Stelvio è leggenda: una pista difficilissima, anche per gli atleti più esperti con oltre 3.000 metri di percorso con un dislivello di 1010 metri e una pendenza che, in alcuni tratti, supera il 60%.

Ieri è stata presentata la Coppa del Mondo di sci alpino che si terrà nella Magnifica Terra il 28 e 29 dicembre e non si dimentichi che la stessa pista sarà, forse, protagonista alle Olimpiadi 2026: "Ancora una volta gli impianti sciistici della Lombardia saranno protagonisti di un evento internazionale - ha commentato l’assessore regionale a Sport e Giovani di regione Lombardia Martina Cambiaghi -. Siamo felici di ospitare la Coppa del Mondo di sci, una manifestazione importante per il nostro territorio, che porterà indotto in tutta la Valtellina. Siamo anche consapevoli che quella della Coppa del Mondo è solo una tappa di avvicinamento per rodare la macchina organizzativa in previsione delle Olimpiadi invernali del 2026: per ora ancora un sogno, che vogliamo diventi presto realtà".

Le ha fatto eco Sertori: "Una manifestazione molto importante che vede, anche in questa edizione, una unità di intenti da parte di tutto il territorio e un impegno fattivo di molti cittadini valtellinesi, che si stanno adoperando per cercare di coordinare l’evento. La coppa del mondo di sci, anche grazie alla diretta televisiva su Rai Due, rappresenta una straordinaria opportunità perché darà risalto a livello internazionale alla Valtellina, ma anche lustro all’intera Lombardia". 

"Ringrazio il Sindaco di Bormio, gli Enti locali e la Federazione Italiana Sport Invernali (FISI), - ha proseguito Sertori - che credono in questo evento che avrà importanti ricadute sul territorio. Un ringraziamento va inoltre all’Associazione Cancro Primo Aiuto, perché la solidarietà in una manifestazione così significativa è fondamentale. Non da ultimo Areu, l’ospedale di Sondalo e la Direzione dell’ASST di Sondrio, importanti nel contesto delle manifestazioni che hanno luogo in alta Valtellina perché garantiscono un supporto sanitario e permettono che le gare possano svolgersi in totale sicurezza". 


Data: 21/09/2018
 
29/12/2018, 14:25
Doppietta di Paris

Dominik Paris è riuscito nell’impresa: dopo la discesa di ieri, di conquistare la vittoria anche nel superG di Bormio sul ghiaccio della terribile pista Stelvio di Bormio. Con un solo centesimo di secondo ha preceduto l’austriaco Matthias Mayer, autore a sua volta di una gara perfetta, terzo il norvegese Aleksander Kilde a 46/100. Per l’azzurro della Val d’Ultimo è l’11° vittoria, la seconda in superG dopo quella ottenuta nel 2015 a Kitzbuehel.

Le dichiarazioni:

DOMINIK PARIS (Ita)

“Quello che è successo in questi due giorni è davvero incredibile e oggi la pista era ancora più difficile rispetto alla discesa. Non ho parole. Vuol dire che tutto funziona al meglio, la forma, i materiali, la testa… Noi siamo forti su queste piste difficili, ma riuscire in 24 ore a vincere due volte su una pista come la Stelvio sembra impossibile. Le difficoltà sono tante ed è impossibile essere perfetti. Anch’io non lo sono stato, ho avuto fortuna. La partenza non è stata male, ma poi ho frenato un po’ troppo prima della Carcentina. Su questa diagonale non mi sono sentito velocissimo, ma poi ho spinto a tutta perché sentivo di avere ancora energie. Quando sono sbucato verso il traguardo ho sentito il boato del pubblico e sapevo di aver fatto bene, ma quando ho visto la luce verde sul tabellone elettronico quasi non volevo crederci. Forse ho trovato anche continuità e ho dentro la fiducia per tirare sempre al massimo. Mi spiace per Innerhofer. E’ in grande forma ma in superG il numero 1 al via è davvero ingrato perché non hai riferimenti. Inner è sempre tra i migliori, se non sbaglia è sempre da podio”.

MATTHIAS MAYER (Aut)

“Terribile perdere per un centesimo di secondo, congratulazioni a Paris che sta vivendo un momento di forma incredibile. Ma io questo centesimo me lo riprenderò in Austria. Ma sono contento della mia prova, ho sciato al massimo e attaccato ovunque con grande aggressività, ma non sono stato perfetto, un terreno così mosso non te lo permette. Comunque è il mio primo podio stagionale, segno che la forma sta crescendo”.

ALEKSANDER KILDE (Nor)

“Questo podio per me è davvero importante, ma oggi era forse impossibile battere Paris e Mayer. Sono stati con le prove quattro giorni durissimi e adesso devo riposare. Quello di oggi è il mio terzo podio in stagione: mi dà fiducia per le gare di gennaio e verso i Mondiali di Are”. 

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

29/12/2018, 12:11
Sul podio anche la Valtellina

Il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana: "Sul podio di Bormio oltre a Paris e Innerhofer, salgono anche la Valtellina e i Valtellinesi. L’organizzazione è stata all’altezza di un’Olimpiade a conferma che la Lombardia ha tutte le carte in regola per puntare alle Olimpiadi invernali del 2026. Entusiasmo, competenza e professionalità - ha aggiunto Fontana - sono stati gli elementi che hanno caratterizzato la gara di ieri e che, ne sono certo, segneranno tutto il percorso di avvicinamento alla candidatura di Milano/Lombardia e Cortina/Veneto ai giochi olimpici del 2026".

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

28/12/2018, 12:30
I vincitori

La Stelvio ha coronato Dominik Paris, secondo Christof Innerhofer. Due azzurri quindi sul podio a Bormio! Decimo successo in Coppa del Mondo per Dominik Paris, che ha preceduto di 36 centesimi Innerhofer e di 52 l’elvetico Beat Feuz. 

La gara: 

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

27/12/2018, 10:11
FILL rinuncia alla gara

Peter Fill ha deciso di non partecipare alla discesa della Coppa del Mondo maschile sulla pista Stelvio di Bormio in programma domani, venerdì 28 dicembre. Ha infatti disertato la seconda prova in programma questa mattina: “Alla vigilia di Natale – spiega il discesista azzurro – allenandomi in slalom a Selva di Val Gardena mi sono procurato uno stiramento alla schiena sul lato destro, nella stessa zona dove non ho ancora smaltito l’ematoma della caduta a Beaver Creek. Ho provato, ma ieri in ricognizione ho capito che più ci scio sopra, più il dolore aumenta. Per questo non partecipo alla gara. E mi spiace, perché la pista è bellissima e ghiacciata come piace a me. Nei prossimi giorni mi sottopongo ad una Tac a Ortisei e in base all’esito deciderò cosa fare”.

Ma la giornata non è stata del tutto amara per Fill: Cancro primo Aiuto, di cui Peter è testimone insieme ad Elena Fanchini e Francesca Marsaglia, gli ha donato una bici elettrica perchéé come afferma Flavio Ferrari, AD della onlus, "se la merita, per l’appoggio che continuamente dà alla nostra associazione. E poi gli servirà per la riabilitazione”.

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

23/12/2018, 10:21
Valtline

Situazione neve e piste in tempo reale, grazie alle webcam di Valtline:

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009

22/12/2018, 08:52
Intervista

 

La campionessa olimpica della discesa Sofia Goggia è ferma: la frattura al malleolo che non le ha ancora permesso di gareggiare in Coppa del Mondo è ormai saldata e lavora duramente per rientrare a gennaio. Venerdì 28 dicembre si guarderà le gare in televisione.

- Ha mai gareggiato sulla Stelvio?

“Sì, ma in gigante sulla parte finale della pista quando ero al secondo anno allieva. Molto tempo fa”.

- Da discesista di razza cosa le piace di questa pista?

“Ha tutto. Quella di Bormio è davvero una discesa tosta. E’ lunga, complicata, sempre velocissima e faticosa come nessun altra”.

- Le piacerebbe buttarsi pure lei in questa picchiata?

“No, noi donne abbiamo le nostre piste su cui concentrarsi e non sono affatto semplici. Tutte le piste meritano rispetto, ma questa ha qualcosa in più. Una discesa sulla Stelvio bisogna davvero prepararla bene, fisicamente, tecnicamente e mentalmente”.

- Eppure Lindsey Vonn avrebbe voluto provare ad affrontare gli uomini, aveva lanciato l’idea di Lake Louise e poi timidamente aveva accennato anche a Kitzbuehel…” 

“Capisco Lidsey. E’ stata il mio modello, il mio punto di riferimento. Ho provato quasi pudore quando mi sono piazzata davanti a lei. Ma se parliamo di Lake Louise quella è una pista che nei confronti della Stelvio è un “baby”, adatta per la prima picchiata della stagione. La Vonn disse queste cose quando era al culmine della carriera, ora non saprei dire come la pensa”.

- Allora si concentra solo sulle gare che ha davanti.

“Non vedo l’ora… Ma 28 e 29 dicembre organizzerò la mia giornata fra allenamenti e fisioterapia in modo da poter seguire le due gare di Bormio. C’è sempre qualcosa da imparare”.

Il programma

Mercoledì 26.12

Ore 11.45: Prima prova ufficiale della discesa libera - Ski stadium

Giovedì 27.12

Ore 11.45: Seconda prova ufficiale della discesa libera - Ski stadium

Ore 18.00: Sfilata, autografi con i campioni della squadra italiana e sorteggio dei pettorali - Piazza Kuerc e via Roma

Venerdì 28.12

Ore 10.30/15.00: Live music e intrattenimento - Ski Stadium

Ore 11.45: Gara discesa libera (diretta Rai 2 e Rai Sport) e cerimonia di premiazione - Ski stadium

Ore 17.00: Vitalini Speed Contest - Ski Stadium

Sabato 29.12

Ore 11.45: Gara SuperG (diretta Rai Sport e cerimonia di premiazione - Ski stadium

cristina culanti


Autore dal
18/06/2009