In Alta Valtellina si aprono le porte del Forte di Oga
In Alta Valtellina si aprono le porte del Forte di Oga

Il passato militare dell’Alta Valtellina è racchiuso anche nel Forte Venini di Oga, visitabile dal prossimo 30 maggio. Il Forte di Oga, detto anche Forte Venini in ricordo del Capitano valtellinese Vanini, Medaglia d’oro al Valor Militare o ancora Forte Dossaccio, dal nome della località dov’è collocato, è stato edificato per difendere la valle nella Prima Guerra Mondiale e nel tempo ha mantenuto intatta la sua struttura, rimasta operativa fino al 1958 con funzioni protettive del territorio. 

I gestori assicurano: “In questi giorni stiamo ultimando i preparativi per essere pronti ad accogliere i visitatori adottando i sistemi di sicurezza per consentire la nuova modalità di fruizione nel rispetto del distanziamento sociale e con l’utilizzo dei necessari dispositivi di protezione individuale. Abbiamo la fortuna di poter offrire al visitatore ampi spazi ben arieggiati grazie alle caratteristiche dell’edificio che rendono semplice il distanziamento fisico”.

(Foto Oga)

 


cristina culanti
Data: 27/05/2020