SVIZRA RUMANTSCHA, la mostra nella Casa dei Grigioni
SVIZRA RUMANTSCHA, la mostra nella Casa dei Grigioni

Una serigrafia larga 160 e alta 107 centimetri, l’opera "Svizra Rumantscha" rappresenta la Svizzera e i suoi comuni. Realizzata da  Donat Caduff, che ha tradotto in romancio i nomi dei 2200 comuni svizzeri (dei quali finora non esisteva ancora un nome nella suddetta lingua). Un vero simbolo della varietà linguistica attraverso il romancio che serve a ricordare in modo permanente nella Casa dei Cantoni l’importanza del romancio per la varietà linguistica della Svizzera.

L’inaugurazione dell’opera d’arte ha visto la presenza del Consigliere di Stato Christian Rathgeb, presidente della Conferenza dei governi cantonali (CdC), del Consigliere di Stato Jon Domenic Parolini, del segretario generale della CdC Roland Mayer nonché di Donat Caduff. 

Il Consigliere di Stato Rathgeb: "Sono entusiasta! Il quadro di Donat Caduff non soltanto è bello, bensì invita anche a riflettere in merito alla varietà linguistica e alle proprie origini. Mostra perfettamente che la cultura linguistica romancia è un patrimonio prezioso di tutta la Svizzera".

L’inaugurazione dell’opera è solo l’inizio del viaggio della mostra itinerante "Rumantsch è…":  dopo circa tre mesi nella Casa dei Cantoni, dal 12 gennaio 2022 all’inizio di marzo potrà essere visitata nel municipio di Coira. 

Nella foto, da sinistra a destra: Donat Caduff, Jon Domenic Parolini, Christian Rathgeb und Roland Mayer / Foto: ©Felix Peter)


Data: 19/12/2021
 
19/12/2021, 12:25
La serigrafia

L’importanza della lingua romancia è sotto i riflettori:

Markus


Autore dal
14/05/2009